27 aprile 2017
Aggiornato 16:30
Il candidato centrista: voto di domenica prossima punti al futuro

Attentato Champs-Elysée, Macron: non cedere alla paura

Dopo l'attentato terroristico dell'Isis sugli Champs-Elysées di Parigi, costato la vita a un agente di polizia, anche il candidato indipendente di centro Emmanuel Macron ha esortato gli elettori a non cedere alla paura

PARIGI - Dopo l'attentato terroristico dell'Isis sugli Champs-Elysées di Parigi, costato la vita a un agente di polizia, anche il candidato indipendente di centro Emmanuel Macron ha esortato gli elettori, impegnati domenica 23 aprile nel primo turno delle elezioni presidenziali, a non cedere alla paura e alla divisione, senza per questo negare che i francesi vivranno a lungo sotto l'ombra della minaccia terroristica.

Annullamento impegni pubblici
«Ho deciso di annullare due appuntamenti pubblici per non mobilitare inutilmente le nostre forze di sicurezza», ha detto Macron rivolto agli elettori francesi. «Ma non intendo interrompere la campagna elettorale perché la democrazia è più forte. La scelta che dovrete fare domenica prossima dovrà essere una scelta per il futuro. Non cedete alla paura, non cedete alla divisione, non cedete all'intimidazione».

Lotta fuori dalle frontiere
La lotta deve essere portata fuori dalle frontiere, ha proseguito il candidato centrista, in Iraq e in Siria, dove si trovano gli ispiratori degli attentati in Europa e in Francia, al fine di distruggere il nemico. Macron ha poi illustrato la sua ricetta contro il terrorismo interno: «Dovremo consolidare la raccolta d'informazioni a livello territoriale perché una parte dell'offensiva che dobbiamo condurre si gioca nell'identificare e neutralizzare quanti nei quartieri, nelle nostre città, nelle nostre prigioni, si radicalizzano. L'indebolimento della raccolta d'informazioni a livello territoriale da dieci anni a questa parte è stato un grave errore», ha concluso il leader di En Marche.