26 aprile 2017
Aggiornato 02:00
Aperta la pista terrorismo

Germania, attacco con tre bombe al bus del Borussia Dortmund. Fermato sospetto islamista

La polizia tedesca sta cercando gli autori dell'attacco al bus su cui viaggiava la squadra di calcio del Borussia Dortmund, diretta allo stadio per la partita dei quarti di finale di Champions

DORTMUND - L'ombra del terrorismo sembra planare anche sulla Champions League. La polizia tedesca sta cercando gli autori dell'attacco al bus su cui viaggiava la squadra di calcio del Borussia Dortmund, diretta allo stadio per la partita dei quarti di finale di Champions contro il Monaco.

Al centro delle indagini una lettera
Le indagini si concentrano sull'analisi di una lettera trovata sul luogo delle tre esplosioni che dovrebbe permettere di chiarire le motivazioni alla base del gesto che ha causato il ferimento di uno di calciatori della squadra tedesca, lo spagnolo Marc Bartra che è stato operato a un braccio.

Una confessione anonima
La lettera si assume la responsabilità dell'attacco, ha spiegato il magistrato Sandra Lucke, ma bisogna ancora verificarne l'autenticità. Le ragioni del gesto risultano dunque ignote, secondo le autorità tedesche che hanno aperto un'inchiesta per tentato omicidio senza usare la definizione di attentato terroristico in quanto al momento non esistono elementi per convalidare questa ipotesi. Intanto la partita è stata rinviata a mercoledì nel quadro di imponenti misure di sicurezza.

Aperta l'ipotesi terrorismo: fermato sospetto islamista
«Abbiamo deciso da subito di non escludere alcuna ipotesi, inclusa quella peggiore» ha dichiarato Gregor Lange, capo della polizia di Dortmund. «Al momento non è ancora chiaro quali siano le reali motivazioni alla base di questo attacco». Il quotidiano Bild ha definito gli ordigni come bombe artigianali costruite con tubi di gomma e ha aggiunto che viene ricercata una macchina con una targa straniera. Un sospetto «islamista» è stato fermato.