26 aprile 2017
Aggiornato 02:00
Tajani: faremo di tutto per definire un divorzio equo e ordinato

Brexit, il sindaco di Londra: punirci danneggerebbe anche la Ue

Punire la Gran Bretagna per la Brexit finirebbe per danneggiare anche l'Unione europea. Questo l'avvertimento lanciato dal sindaco di Londra Sadiq Khan

BRUXELLES - Punire la Gran Bretagna per la Brexit finirebbe per danneggiare anche l'Unione europea. Questo l'avvertimento lanciato dal sindaco di Londra Sadiq Khan. Parlando a Bruxelles il giorno prima del via del processo che sancirà l'uscita di Londra dalla Ue dopo una serie di negoziati che dureranno non meno di due anni, Khan ha anche esortato il premier britannico Theresa May a fornire tutte le garanzie necessarie a proposito dei diritti dei cittadini dell'Unione europea che vivono in Gran Bretagna.

Nessun bisogno di punire il Regno Unito
«Per l'Unione europea non c'è alcun bisogno, come qualcuno ha suggerito, di inviare un messaggio o di incutere una paura generalizzata punendo il Regno Unito», ha dichiarato Khan. «Un cattivo accordo sulla Brexit ai danni di Londra finirebbe per danneggiare anche l'Unione europea. Un cattivo accordo, imposto per danneggiare Londra, finirebbe per creare problemi a tutta l'Europa nel campo del lavoro, della crescita e degli standard di vita», ha aggiunto il sindaco di Londra.

Divorzio equo
Dal canto suo, il presidente del Parlamento europeo Antonio Tajani ha voluto sgombrare il campo da timori su una possibile ritorsione europea nei confronti di Londra. «Faremo di tutto per definire un divorzio equo e ordinato tra l'Unione europea e la Gran Bretagna», ha assicurato Tajani.