28 marzo 2017
Aggiornato 10:00
Rivendicato dalle milizie Isis. Almeno due morti e 12 feriti

Afghanistan, assalto armato all'ospedale militare di Kabul

È stato rivendicato dalle milizie dell'Isis l'attacco contro l'ospedale Sardar Daud Khan, il principale centro di soccorso militare della capitale afgana Kabul

KABUL - È stato rivendicato dalle milizie dell'Isis l'attacco contro l'ospedale Sardar Daud Khan, il principale centro di soccorso militare della capitale afgana Kabul. Un numero ancora imprecisato di assalitori si trova barricato all'interno. Almeno due persone sarebbero morte e 12 altre ferite, ha reso noto il ministero della Salute afgano circa due ore dopo l'inizio dell'assalto.

I fatti
Un giornalista dell'Afp presente sul posto ha sentito molti colpi d'arma da fuoco e una potente esplosione. Un attentatore suicida si è fatto saltare in aria davanti all'ospedale e subito dopo numerosi assalitori travestiti da dottori e infermieri hanno fatto irruzione all'interno dell'ospedale, ha indicato una fonte della sicurezza.

Colpi d'arma da fuoco
«Mi stavo cambiando» ricorda un infermiere, «quando ho sentito dei colpi d'arma da fuoco. Ho guardato fuori e ho visto un uomo armato di kalashnikov, vestito da dottore, che stava sparando ai pazienti e alla guardie di sicurezza del terzo piano. Sono scappato ma hanno sparato a un mio collega. Mi sono nascosto per un po', poi ho scavalcato il filo spinato e sono fuggito». Le autorità locali non hanno ancora fornito un bilancio ufficiale.