28 aprile 2017
Aggiornato 21:30
'Serve un compromesso'

Trump riceve Netanyahu: prometto un «grande accordo» di pace in Medio Oriente

'Israele fermi la costruzione degli insediamenti per un po' e mostri flessibilità, ma i palestinesi si sbarazzino dell'odio che viene insegnato ai bambini fin da piccoli'

WASHINGTON - Un grande accordo di pace per il Medio Oriente. Il presidente degli Stati Uniti ha promesso di lavorare molto duramente per raggiungere un'intesa tra israeliani e palestinesi. Donald Trump e Benjamin Netanyahu sono concordi su tutto, ponendo le basi per un'alleanza totale sui temi del terrorismo, della Palestina e dell'Iran.

"Necessario arrivare a un compromesso"
"Sono le parti in causa che devono negoziare direttamente. Ma perché una negoziazione abbia successo è necessario che si arrivi a un compromesso" ha detto Trump, durante la conferenza stampa congiunta con il primo ministro israeliano, Benjamin Netanyahu, in visita alla Casa Bianca. Trump ha detto che una volta pensava che la soluzione a due Stati fosse la più semplice, ma ora non ne è più così sicuro.

"Onu ha trattato Israele in modo ingiusto"
Il presidente statunitense ha poi detto che preferirebbe che Israele "fermasse la costruzione degli insediamenti per un po' e che mostrasse un po' di flessibilità e contemporaneamente che i palestinesi si sbarazzassero dell'odio che viene insegnato ai bambini fin da piccoli". Trump però non ha esitato ad aggiungere che, secondo lui, le Nazioni Unite hanno trattato Israele in modo molto ingiusto" e per questo gli Stati Uniti non accettano "le azioni a senso unico" contro lo Stato ebraico.