28 marzo 2017
Aggiornato 21:30
Contro l'ordine esecutivo del presidente Trump

Contro Trump la preghiera di protesta musulmana nell'aeroporto di Dallas

Un gesto di protesta inscenato da musulmani bloccati nell'aeroporto di Dallas contro l'ordine esecutivo impartito venerdì scorso dal presidente americano Donald Trump di vietare ai cittadini di sette Paesi musulmani l'ingresso negli Stati Uniti

DALLAS - Queste immagini di preghiera collettiva musulmana non sono riprese nella moschea di una città araba come potrebbe sembrare. Si tratta invece di un gesto di protesta inscenato da musulmani bloccati nell'aeroporto di Dallas contro il controverso ordine esecutivo impartito venerdì scorso dal presidente americano Donald Trump di vietare ai cittadini di sette Paesi musulmani l'ingresso negli Stati Uniti. Il filmato, divenuto virale in rete, è ripreso con grande risalto da molti media arabi. Il gesto però non è piaciuto a molti internauti: "Questa non è una protesta. Questo è come i musulmani mostrano la loro posizione dominante in un paese dove stanno cercando di cambiare il potere. Esiste forse un Paese islamico che consente a cristiani o ebrei di riunirsi in un aeroporto e manifestare in questo modo?" si interroga il sito Usa Gatway Pundit.