28 aprile 2017
Aggiornato 08:00
Trump contro le fake news

Dossier Trump, Putin: «Bufale, chi fabbrica queste notizie è peggio delle prostitute»

«I nostri servizi segreti non stanno certo a correre dietro a tutti i miliardari americani» ha detto il presidente russo

MOSCA - Non è che in Russia "si corre dietro a ogni miliardario americano": così Vladimir Putin, commentando le notizie di uno scottante dossier 'russo' raccolto sul presidente americano eletto durante una sua visita a Mosca. "Quando Trump venne a Mosca, non ricordo bene quando, un paio di anni fa, non era una figura politica, non eravamo nemmeno a conoscenza delle sue ambizioni politiche. Era semplicemente un uomo d'affari, uno dei ricchi d'America".

Obiettivo: "Distruggere la credibilità di Trump"
"Qualcuno può pensare che i nostri servizi segreti corrano dietro a ogni miliardario americano? Chiaramente no, è assolutamente ridicolo", ha detto il presidente russo, secondo il quale le informazioni circolate senza prove e finite in un rapporto dell'intelligence Usa, hanno diversi obiettivi, tra cui quello di "distruggere la credibilità di Trump".

"Questa gente è peggio delle prostitute"
"Faccio fatica a immaginare che sia uscito da un hotel per incontrare le nostre ragazze di 'bassa responsabilità sociale'. Anche se sono le migliori al mondo, ma dubito che Trump ci sia cascato - ha proseguito, attaccando - La gente che si è messa alla ricerca delle falsità che stanno circolando contro il presidente eletto, la gente che fabbrica queste cose e le usa nelle battaglie politiche, è peggio delle prostitute, non ha alcun limite morale".