27 febbraio 2017
Aggiornato 15:00
Sconfitto a replica delle presidenziali populista Nobert Hofer

Austria, vince il verde ed europeista Van der Bellen

L'Italia precipita nella crisi di Governo mentre dall'Austria arriva un segnale di stabilità e speranza per l'Europa. Alexander van der Bellen, ha ottenuto una netta vittoria al ballottaggio delle elezioni presidenziali

VIENNA - L'Italia precipita nella crisi di Governo mentre dall'Austria arriva un segnale di stabilità e speranza per l'Europa. Alexander van der Bellen, ha ottenuto una netta vittoria al ballottaggio delle elezioni presidenziali. Sconfitto il partito dell'estrema destra Fpoe di Norber Hofer. Il neo presidente, europeista della prima ora ed esponente del partito dei verdi, ha voluto leggere nel risultato una sconfitta dei populismi e dei nazionalismi, rappresentati dal suo avversario. «Oggi è un grande giorno per l'Austria. Da Vienna arriva un segnale di speranza, di cambiamento positivo in Europa, un segnale che nelle capitali europee verrà accolto e analizzato con molta cura» ha dichiarato il 72enne candidato ecologista dopo l'elezione.

Il presidente di tutti
Agli austriaci, esausti dopo un anno di campagna elettorale ma che comunque hanno partecipato al voto con un'affluenza superiore a quella di maggio, Van der Bellen ha promesso di voler essere «il presidente di tutti, di coloro che mi hanno eletto e di quelli che non lo hanno fatto» e ha assicurato di voler essere «al di sopra dei partiti». «La mia convinzione - ha concluso il presidente federale, che si insedierà a gennaio per 6 anni - è che l'Austria è un grande Paese, che ha dato tanto in passato e lo farà anche in futuro». Fair play di Norbert Hofer che si è congratulato con l'avversario per la sua «vittoria» e ha invitato «tutti gli austriaci a lavorare assieme».