4 dicembre 2016
Aggiornato 07:00
Renzi il quarto leader italiano alla State dinner

Renzi da Obama: a Washington per discutere di Europa, Siria, Russia e migranti

I due leader discuteranno di Europa, Iraq, Siria, Libia, Russia, di rifugiati, crescita economica, terrorismo e di cambiamento climatico

WASHINGTON - Il premier Matteo Renzi, accompagnato dalla moglie Agnese Landini è arrivato a Washington, negli Stasti Uniti per incontrare il presidente americano uscente Barack Obama.

Al centro Europa, Iraq, Siria, Libia, Russia, rifugiati, crisi e terrorismo
Sarà l'occasione per i due leader di discutere del futuro dell'Europa, di Iraq, Siria, Libia, del ruolo della Russia, della crisi dei rifugiati, della crescita economica, della cooperazione nella lotta al terrorismo e di cambiamento climatico, come anticipato dai funzionari della Casa Bianca.

La "State dinner" con Benigni, Sorrentino, Armani, Bebe Vio e gli altri
Prevista in serata la "State dinner", una cena di gala ufficiale alla Casa bianca, con l'esibizione della cantante vincitrice dei Grammy Award, Gwen Stefani, alla quale Renzi ha invitato anche alcuni rappresentanti dell'eccellenza italiana nel mondo tra cui i due registi premi Oscar Roberto Benigni e Paolo Sorrentino, lo stilista Giorgio Armani, il giudice Raffaele Cantone e quattro donne "eccezionali": la campionessa paralimpica Bebe Vio, il sindaco di Lampedusa Giusi Nicolini, la direttrice del Cern Fabiola Gianotti e la curatrice del dipartimento di Architettura e Design del Moma Paola Antonelli. Renzi è solo il quarto leader italiano ad aver ricevuto l'onore di essere invitato a una State dinner a Washington.