28 marzo 2017
Aggiornato 21:30
Ma Ucraina li considera disertori, accusandoli di alto tradimento

Crimea, Kiev arresta due soldati filorussi. Mosca: è rapimento

Il ministero russo della Difesa ha accusato ieri sera i servizi segreti ucraini di avere rapito due dei suoi soldati in Crimea, penisola annessa alla Russia, che Kiev considera disertori

Il presidente russo Vladimir Putin. (© Bangkok happiness / Shutterstock.com)

MOSCA - Il ministero russo della Difesa ha accusato ieri sera i servizi segreti ucraini di avere rapito due dei suoi soldati in Crimea, penisola annessa alla Russia, che Kiev considera come «disertori» dell'esercito ucraino.

L'arresto dei due soldati
«Il 20 novembre, membri del Sbu hanno arrestato illegalmente in Crimea e condotto in Ucraina i soldati russi Maxim Odintsov e Alexander Baranov», ha affermato il ministero, citato dall'agenzia Ria Novosti. «Consideriamo questi atti dei servizi speciali ucraini contro dei cittadini russi come una nuova grande provocazione ed esigiamo il loro ritorno immediato in Russia», ha proseguito il ministero della Difesa di Mosca.

La giustificazione dell'Ucraina
Da parte sua, la Sbu ha assicurato che si tratta di «due ex militari ucraini che hanno tradito il loro giuramento e si sono uniti all'esercito russo dopo l'annessione illegale della Crimea». Accusati di «diserzione» e «alto tradimento» dalle autorità ucraine, i due soldati «sono stati arrestati dopo aver attraversato il confine» tra Crimea e Ucraina, ha detto la Sbu in un comunicato.

Caso penale?
Per il ministero della Difesa russo, inoltre, «alcuni rapporti indicano che i servizi speciali ucraini stanno al momento cercando di fabbricare un caso penale contro» i due militari, presumibilmente per reati commessi contro l’Ucraina. Non è escluso – prosegue il comunicato – che «pressioni psicologiche e fisiche saranno esercitate sui militari russi per ottenere la confessione richiesta». Il Cremlino ha identifica i due militari catturati in Maksim Yevghenievich Odintsov, sottufficiale, e Aleksandr Viaceslavovich Baranov, sergente.

(fonte afp)