Esteri | Regno Unito

La Scozia potrà votare per l'indipendenza

Il Premier britannico David Cameron ha firmato a Edimburgo con il «First Minister» scozzese Alex Salmond l'accordo per lo svolgimento di un referendum sull'indipendenza della Scozia

Il Premier inglese David Cameron con il «First Minister» scozzese Alex Salmond

Il Premier inglese David Cameron con il «First Minister» scozzese Alex Salmond

EDIMBURGO - Il premier britannico David Cameron ha firmato a Edimburgo con il «First Minister» scozzese Alex Salmond l'accordo per lo svolgimento di un referendum sull'indipendenza della Scozia.
Secondo quanto annunciato dalla stampa britannica Salmond ha dovuto rinunciare a un secondo quesito più 'moderato' (relativo a una «massima devoluzione dei poteri») e dunque il referendum riguarderà solo la scelta fra effettiva indipendenza e status quo.

REFERENDUM ENTRO LA FINE DEL 2014 - L'accordo prevede la cessione da parte di Westminster al Parlamento scozzese del potere di convocare un referendum, ma per un tempo limitato: la «finestra di opportunità» si chiuderà alla fine del 2014, impedendo in tal modo a Salmond di rimandare sine die la consultazione in caso di sondaggi sfavorevoli. La questione è infatti spinosa: Salmond, paladino dell'indipendenza, da quando è stato eletto ha cominciato a rimandare, anche perché all'indipendenza vera e propria stando ai sondaggi, sarebbe favorevole solo un terzo degli scozzesi.
Per poter votare no occorrerà la maggiore età: per la prima volta in una elezione importante, la soglia sarà di 16 anni.

CAMERON: PRONTO A LOTTARE - Cameron si è dichiarato «pronto a lottare» contro l'indipendenza della regione semi-autonoma di 5,3 milioni di abitanti; anche il partito laburista, all'opposizione, è ostile alla separazione della Scozia.
Secondo uno studio dell'organizzazione Taxpayer Scotland, uno Stato scozzese indipendente potrebbe ritrovarsi con un debito di 270 miliardi di sterline (circa 300 miliardi di euro), pari a oltre il doppio del Pil annuale: anche considerando i 6,5 miliardi di euro provenienti dai ricavi petroliferi la Scozia spenderebbe attualmente circa 10 miliardi di euro più di quanto incassi. Conclusioni contestate dai nazionalisti, secondo i quali la Scozia sarebbe perfettamente in grado di sostenersi economicamente.
Da notare che da un punto di vista culturale e politico cambierebbe sostanzialmente poco: in base all'Act of Union del 1707 la Scozia ha sempre conservato i propri sistemi giuridici e di istruzione, nonché la religione presbiteriana; inoltre, come accade per altri Paesi del Commonwealth, il monarca britannico rimarrebbe comunque Capo dello Stato (e della Chiesa di Scozia).

Seguici sui social network

Altre notizie

In primo piano

Renzi, the final countdown

Dopo l'«allungo» tentato nei primi sei mesi di governo, Matteo Renzi c...

Maroni «Braveheart»: Non voglio aiuti da Roma

Il Presidente della Regione Lombardia: «Il 18 settembre il popolo scoz...

UE: Juncker a «caccia» di donne

Il presidente eletto incontrerà entro la settimana tutti i candidati p...

Comunicare a chi?

Ci risiamo. Renzi, sempre Renzi , fortissimamente Renzi. Prima le slid...

Sport

Conte: «Vogliamo essere un esempio per gli italiani»

«Voglio una nazionale orgogliosa, umile e cattiva». Mette le cose in c...

Né Falcao, né Chicharito, la Juventus si consola con Conan

Dopo intere settimane di contrattazioni frenetiche, i due attaccanti s...

Il Milan vende ancora: Cristante è del Benfica

Altra operazione in uscita della dirigenza rossonera: il centrocampist...

Van Ginkel-Milan, è fatta: «Felice di essere qui»

Il centrocampista del Chelsea, al termine di un lungo tira e molla, ac...

SciTech

Crimini informatici, task force UE-USA

J-Cat, con sede presso Europol, partecipa anche l'Italia. Obiettivo di...

Twitter, analytics accessibili a tutti

L'azienda americana lancerà una nuova funzione per consentire ai suoi ...

Sfida nei cieli tra Amazon e Google

L'azienda di Mountain View sta testando l'uso di droni per la consegna...

NASA: Siamo in viaggio per Marte

Con queste parole l'amministratore della Nasa Charles Bolden ha di fat...

Donna

Pino Daniele: «La chitarra è una malattia»

Il cantante partenopeo, 60 anni il prossimo 19 marzo, non nasconde un ...

Tumore al seno, camminare ci fa vivere più a lungo

Camminando a un ritmo moderato per un chilometro e mezzo alla velocità...

Colori forti, «smokey» e tanta sensualità. Ecco i must del make up 2014/2015

Nuance che seducono, colori vivaci, tinte pastello che osano, sempre a...

Taylor Swift giudice a «The Voice USA»

Sostituendo Chris Martin dei Cold Play la giovanissima cantante affian...

Motori

Nuova Bmw M4 cabriolet

Prime immagini ufficiali della nuova Bmw M4 cabriolet...

Kawasaki annuncia la spaziale Ninja H2. Debutto ad Intermot

Per la casa di Akashi «romperà ogni linea di confine» perché costruita...

MotoGP: le pagelle del GP di Silverstone

Marquez alla undicesima vittoria stagionale, Rossi da record, Lorenzo ...

Rossi nella leggenda: «Sono quello che ha corso più di tutti»

Con 246 gran premi, Valentino Rossi diventa il pilota che ha gareggiat...