30 aprile 2017
Aggiornato 01:00
Corea del Nord

A Pyongyang atteso l'ex presidente Usa Carter

In missione per ottenere la liberazione di un cittadino americano

SEOUL - L'ex presidente americano Jimmy Carter è partito per una missione in Corea del Nord, con l'obiettivo di riportare a casa un cittadino americano arrestato lo scorso gennaio dalle autorità di Pyongyang con l'accusa di essere entrato illegalmente nel paese. Lo riportano i media sudcoreani.
Secondo una fonte diplomatica, citata dall'agenzia sudcoreana Yonhap, Carter è partito ieri dagli Stati Uniti per la Corea del Nord, a bordo di un aereo civile. L'ex presidente è accompagnato dalla moglie, Rosalynn, e dal presidente del Centro Carter, John Hardman. La notizia è stata diffusa anche dalla tv YTN. Anche fonti Usa hanno rivelato che il viaggio di Carter mira a ottenere la liberazione del cittadino americano, Aijalon Mahli Gomes.