La consegna del riconoscimento a Oslo

I repubblicani contro Obama: ha ripreso le teorie di Bush

Strateghi e analisti di destra ironizzano sulla «guerra giusta» del presidente americano

I repubblicani contro Obama: ha ripreso le teorie di Bush

I repubblicani contro Obama: ha ripreso le teorie di Bush

NEW YORK - Qualcuno la chiama già la «dottrina Obama», parafrasando quella poco gloriosa del suo predecessore George W. Bush. Le reazioni al discorso del presidente americano alla cerimonia per il Nobel sono state a dir poco tiepide nella politica americana, tranne tra i repubblicani dai quali è arrivato un inatteso, quanto ironico elogio della teoria della «guerra giusta», citata stamane da Obama e che a Washington è suonata simile alla strategia seguita da Bush negli ultimi anni. Elogi che sono chiaramente avvelenati dalle polemiche della destra su un premio «prematuro» e «ingiustificato».

«Chiaramente il presidente ha capito che il premio gli è stato dato troppo presto», ha commentato a caldo il repubblicano Newt Gingrich, ex presidente della Camera. «Ha usato l'occasione per ricordare che il male è nel mondo», prosegue Gingrich sottolineando come il presidente abbia di fatto «ricordato al comitato che senza l'uso della forza non avrebbero nemmeno la libertà di organizzare il premio». Gli strateghi della destra si scatenano in battute e paragoni con l'ex presidente, accusato per anni per il suo uso della guerra. «L'ironia è che Bush avrebbe fatto lo stesso discorso», ha detto invece Bradeley Blakeman, ex consulente di Bush alla Casa Bianca.

«Un bel cambiamento di posizione», dice invece Robert Kagan, braccio destro di John McCain nella campagna elettorale del 2008, «non so se si tratti di una «dottrina Obama» ma siamo di fronte a uno spostamento verso una politica dei muscoli sul modello di Reagan o Truman». Dal Coucil of Foreign Relations tuona invece uno degli uomini di Henry Kissinger, Walter Russel Mead, tra i massimi esperti di politica estera americana. «La verità è che se quelle parole le avesse pronunciate Bush il mondo starebbe già protestando in coro, quando le dice Obama il mondo fa le fusa», ha commentato Mead.

I democratici difendono invece a spada tratta il presidente, primo inquilino della Casa Bianca a ricevere il premio durante il mandato in oltre 90 anni di storia. «Tutti gli americani dovrebbero essere orgogliosi», spiega Lanny Davis, uno degli strateghi del partito. «Siamo visti di nuovo positivamente dalla maggior parte della gente nel mondo, un bel cambiamento rispetto agli ultimi anni».

Seguici sui social network

Altre notizie

In primo piano

Maroni «Braveheart»: Non voglio aiuti da Roma

Il Presidente della Regione Lombardia: «Il 18 settembre il popolo scoz...

UE: Juncker a «caccia» di donne

Il presidente eletto incontrerà entro la settimana tutti i candidati p...

Comunicare a chi?

Ci risiamo. Renzi, sempre Renzi , fortissimamente Renzi. Prima le slid...

Che fare in caso dello scoppio della Terza guerra mondiale?

Tahir Bazarov, dottore in scienze psicologiche, professore dell'Univer...

Sport

Né Falcao, né Chicharito, la Juventus si consola con Conan

Dopo intere settimane di contrattazioni frenetiche, i due attaccanti s...

Il Milan vende ancora: Cristante è del Benfica

Altra operazione in uscita della dirigenza rossonera: il centrocampist...

Van Ginkel-Milan, è fatta: «Felice di essere qui»

Il centrocampista del Chelsea, al termine di un lungo tira e molla, ac...

Inter furiosa: «Pretendiamo rispetto dagli arbitri»

Al termine del pareggio per 0-0 sul campo del Torino, all’Inter ...

SciTech

Twitter, analytics accessibili a tutti

L'azienda americana lancerà una nuova funzione per consentire ai suoi ...

Sfida nei cieli tra Amazon e Google

L'azienda di Mountain View sta testando l'uso di droni per la consegna...

NASA: Siamo in viaggio per Marte

Con queste parole l'amministratore della Nasa Charles Bolden ha di fat...

Amazon compra Twitch

Al sito streaming di videogiochi era interessata anche Google. Twitch,...

Donna

Tumore al seno, camminare ci fa vivere più a lungo

Camminando a un ritmo moderato per un chilometro e mezzo alla velocità...

Colori forti, «smokey» e tanta sensualità. Ecco i must del make up 2014/2015

Nuance che seducono, colori vivaci, tinte pastello che osano, sempre a...

Taylor Swift giudice a «The Voice USA»

Sostituendo Chris Martin dei Cold Play la giovanissima cantante affian...

Sanità pubblica addio? Lorenzin contro la spending review

Il ministro della Salute indica senza mezzi termini che se sulla sanit...

Motori

Nuova Bmw M4 cabriolet

Prime immagini ufficiali della nuova Bmw M4 cabriolet...

Kawasaki annuncia la spaziale Ninja H2. Debutto ad Intermot

Per la casa di Akashi «romperà ogni linea di confine» perché costruita...

MotoGP: le pagelle del GP di Silverstone

Marquez alla undicesima vittoria stagionale, Rossi da record, Lorenzo ...

Rossi nella leggenda: «Sono quello che ha corso più di tutti»

Con 246 gran premi, Valentino Rossi diventa il pilota che ha gareggiat...