8 luglio 2015
Aggiornato 02:00
Dimissioni nonostante la vittoria del «no»

La fine da eroe di Varoufakis. Chapeau...

Una carriera costellata da colpi di teatro: come l'accusa, alla vigilia del voto, all'Europa di fare del «terrorismo». L'ultimo non ce lo aspettavamo: l'uscita di scena dopo la vittoria per non intralciare le trattative. Un ministro che, dall'inizio alla fine, ha rotto tutti i cliché

Dopo il «no» del popolo greco, Tsipras torna a trattare con l'UE

Si dovrà aspettare domani, martedì, per capire quale sarà il vero impatto del trionfo del «no», al referendum greco di domenica, sul negoziato fra Atene e i suoi creditori dell'Eurozona e dell'FMI.

Tentava di raggiungere la Gran Bretagna

Migrante muore nel tunnel sotto la Manica

Un migrante è morto nel tunnel sotto alla Manica: è quanto riferiscono le autorità francesi, aggiungendo che il dramma sta avendo anche ripercussioni negative sul traffico dei treni Eurostar.

La crisi siriana

Membri del Fronte al Nusra

Siria, esplosione in moschea uccide 25 membri del Fronte al Nusra

Tra le vittime figura anche uno dei leader dell'organizzazione affiliata ad al Qaida, stando a quanto precisato dall'Osservatorio siriano per i diritti umani. Al momento non si conoscono le cause della deflagrazione.

Offensiva per «liberare Aleppo», ribelli: applicheremo Shariya

In Siria, una nuova alleanza di ribelli islamisti ha dato il via ad una grande offensiva per la «liberazione» della seconda città del Paese, contesa tra le forze del regime di Damasco che controlla la parte occidentale e i ribelli di varie sigle islamiste che presidiano la parte orientale.

Premier Rutte: «Scelta migliore per punire responsabili»

Il luogo del disastro del volo MH17

Volo MH17, il governo olandese vuole un tribunale internazionale

L'incognita diplomatica è tuttavia quella di un veto da parte della Russia e per questo motivo il ministro degli Esteri olandese Bert Koenders si è recato alcune settimane fa a Mosca per discutere la questione con l'omologo russo Sergey Lavrov

A Kiev caos politico: via due ministri, governo a rischio

Scandali, faide interne, dimissioni, accuse di sabotaggio, scontri in parlamento: a Kiev il caos politico rischia di travolgere il governo di Arseni Yatseniuk e minare ancor di più la già fragile stabilità dell'Ucraina, sull'orlo del default economico e con la guerra nel Donbass tutt'altro che sopita.

Elezione del capo del parlamento sembra indicare coalizione Akp-Mhp

Il presidente turco, Recep Tayyip Erdogan

Turchia verso un nuovo governo, gli scenari più probabili

L'inizio del conto alla rovescia dei 45 giorni entro i quali sarà necessario mettere in piedi l'esecutivo è previsto per la settimana prossima, nel momento in cui Erdogan assegnerà il compito al leader Akp ed ex premier Ahmet Davutoglu.

Una nuova moschea per Erdogan

Con quattro minareti, 5.175 metri quadrati di superficie, la struttura, chiamata «Moschea del popolo di Bestepe», dal nome del quartiere periferico della capitale turca dove sorge, è stata fortemente voluta dal capo di stato turco nonostante le polemiche per i costi legati alla nuova residenza e alle strutture interne.

Al Qaeda e Isis «gemelle diverse»

Bin Laden e Abu Bakr al-Baghdadi.

Ecco perché Bin Laden era più insidioso dell’Isis

L'Isis è nata da una «costola» di Al Qaeda in Iraq, ma le strategie dei due gruppi sono diverse. Bin Laden metteva in guardia dai rischi di proclamare un califfato prima di aver sconfitto il nemico americano; Isis fa il ragionamento contrario. Chi ha ragione?

Abbattere lo Stato islamico: mission impossible?

Dopo l'attentato in Tunisia di venerdì, dove sono morti molti britannici, Cameron ha promesso una «risposta ad ampio spettro». Ma che significa concretamente? Sarà possibile sconfiggere lo Stato islamico, e soprattutto come?

Una trappola fatta di bluff e astuta strategia massmediatica

Per l'Isis quelle vittime sono solo «trovate pubblicitarie a basso costo»

Gli attacchi di venerdì in Tunisia, Francia e Kuwait, per l'Isis, sono stati una trovata pubblicitaria, e pure a basso costo. E noi, ancora una volta, siamo caduti nella trappola. Perché anziché dare attenzione ai carnefici (assecondando la loro strategia), dovremmo darla (concretamente) alle vittime. Anche a quelle più lontane da noi

Tunisia, Francia, Kuwait: come l’Isis sceglie le sue vittime

A pochissimi giorni dall'anniversario della proclamazione del Califfato, l'Isis ha celebrato la ricorrenza a modo suo. I tre attentati di venerdì hanno sconvolto tre Paesi apparentemente diversi tra loro, ma in realtà tutti e tre, per ragioni diverse, importanti obiettivi dello Stato islamico

Dis-Unione Europea

Grecia? Immigrazione? No, la UE pensa al formaggio

Nulla di fatto sulle quote degli immigrati e sulla crisi greca: in compenso i funzionari di Bruxelles trovano il tempo di obbligare i nostri caseifici a non usare più il latte. Così si è ridotta questa Unione sotto la guida di Angela Merkel

L'Europa e l'importanza della «frontiera»

«Frontiera» è una parola chiave per interpretare la storia dell'Europa. L'Unione europea doveva «abbattere i confini», ma l'unico risultato che ha ottenuto è che oggi hanno più importanza che mai. E che le tre crisi che stiamo vivendo - migratoria, greca e ucraina - si giocano proprio intorno a questi

A poche ore dalle rivelazioni di Wikileaks, una legge francese da «Grande Fratello»

Se la «spiata» si mette a spiare a sua volta

A poche ore dalle rivelazioni che hanno palesato lo spionaggio statunitense ai danni della Francia, a Parigi si discute la definitiva approvazione di una legge che conferisce ai servizi poteri enormi, specialmente nel campo delle intercettazioni. Una legge che sembra paradossalmente ispirarsi al «Grande Fratello» d'oltreoceano

Francia, Hollande convoca la Difesa e affida le indagini all'antiterrorismo

Dopo l'attacco allo stabilimento di produzione del gas nella regione dell'Isere, l'allarme cresce. Il presidente ha annunciato il suo rientro anticipato da Bruxelles e la convocazione del Consiglio della difesa. Le indagini sono affidate all'antiterrorismo

Ci si deve stupire della condotta di Washington?

Wikileaks, gli Usa ci spiano? La scoperta dell’acqua calda

Le nuove rivelazioni emerse dallo scandalo Nsa sarebbero sufficienti a far scoppiare una crisi diplomatica. Eppure, secondo il NYTimes, la reazione tutto sommato «calibrata» di Parigi dipenderebbe dal fatto che la capillare sorveglianza da parte di Washington non è poi una sorpresa. Abbiamo scoperto l'acqua calda?

Chi sono i veri «alleati» dell’Italia? E chi i suoi reali «nemici»?

Durante la Guerra fredda, il mondo era diviso nettamente in due. Oggi, invece, le alleanze si fanno sempre più fluide, ed è difficile distinguere gli amici dai nemici. Perché quelli che dovrebbero essere nostri «alleati», se c'è di mezzo l'interesse, non si fanno scrupoli a tradirci. Ecco perché l'Italia deve aprire gli occhi

Russia

Vladimir Putin e Barack Obama.

Non solo Crimea. La pagliuzza nell’occhio della Russia e la trave in quello dell’Occidente

Quante volte abbiamo sentito dire che l'annessione della Crimea è avvenuta illegalmente? Sarà anche così, ma il pulpito dell'Occidente scricchiola. Perché in quanto a violazioni del diritto internazionale, l'Ovest è il massimo esperto in materia

India e Cina in prima fila da Putin

Con l'arrivo odierno del presidente indiano Pranab Mukherjee...

Esplode la protesta contro Putin

Più di sessanta persone sono state fermate dalla polizia nel...

DIARIO TV

La «truffa» degli aiuti alla Grecia spiegata chiaramente da D'Alema, tra una risatina e l'altra

Ospite a RaiNews24, Massimo D'Alema ha spiegato molto banalmente il meccanismo di funzionamento perverso degli aiuti europei

Atene, migliaia in piazza a sostegno del «no» al referendum

30/06/2015 09:13:09

Tunisia, video amatoriale mostra attentatore su spiaggia Sousse

29/06/2015 19:17:36

Il resort di Sousse il giorno dopo la strage

27/06/2015 12:16:21

Tunisia: strage di turisti nell'attentato a Sousse, 38 le vittime

27/06/2015 07:10:48